tendenze web design 2019
Photo Credits: Taras Shypka

 

Così come la tecnologia, anche il web design è un campo in continua evoluzione e noi, come designer e sviluppatori, abbiamo bisogno di avere il polso di ciò che sta accadendo nel settore.

Discernere tra una moda passeggera e una tendenza del settore è ciò che impedisce al vostro sito di apparire obsoleto dopo tre mesi.

Abbiamo da poco chiuso la porta del 2018, ed ecco alcune tendenze di Web Design emergenti che pensiamo possano continuare a dominare nel 2019.

Tendenze di web design 2019: Il design mobile first

Il traffico web che ha origine dai dispositivi mobili ha finalmente superato i desktop e si prevede che entro la fine del 2018 il 65% di tutto il traffico sarà effettuato da un dispositivo mobile.

Lo standard attuale è quello di effettuare la progettazione web per una vista da desktop, ma con la capacità per i siti di essere reattivi (ovvero ridimensionare la pagina per adattarla alle dimensioni del browser che l’utente sta utilizzando); fino ad oggi progettare per dispositivi mobili non era considerata una priorità.

Tuttavia, all’inizio di quest’anno Google ha annunciato che i siti ottimizzati per i dispositivi mobili avranno la priorità sui siti desktop.

Progettare per dispositivi mobili diventerà fondamentale nel processo di progettazione web.

Se sarai in grado di capire perché un utente sta facendo una ricerca dal proprio dispositivo mobile e saprai realizzare siti web che soddisfano i “micro-momenti”, allora il tuo sito sarà in grado di conquistare i clienti, anche se sono fedeli ad una marca diversa.

Layout a griglia asimmetrico

La “griglia” o “grid” è ciò a cui i progettisti e gli sviluppatori si riferiscono come sistema di riferimento utilizzato da decenni per creare tutti i tipi di layout, dai giornali alle pubblicità e ai siti web.

Una griglia è uno scheletro invisibile che consente a un web designer di posizionare vari elementi su una pagina e ottenere un design ben pensato e organizzato.

L’utilizzo delle griglie aiuta anche a mantenere le cose organizzate e coerenti su più dispositivi, il che è fondamentale quando gli utenti visualizzano siti web su desktop e laptop, telefoni e tablet di varie dimensioni.

Un sistema a griglia può essere molto utile, ma può anche soffocare la creatività. Rompere lo schema delle griglie e allineare le cose con un punto di vista diverso dà alla pagina un maggiore interesse visivo e un senso di movimento.

Più profondità e design flat 2.0

Dal momento in cui gli smartphone sono diventati onnipresenti, la necessità di avere siti Web a caricamento rapido è diventata una priorità.

Questo ha inaugurato una tendenza nel web design in cui tutto sembra piatto.

È finita l’epoca delle icone che assomigliavano alla loro controparte nella vita reale, a favore delle icone a contorno piatto.

Il design flat è divertente da progettare, utilizza colori brillanti, caratteri tipografici semplici e si concentra sul minimalismo.

LEGGI ANCHE: Come il colore di un sito web può modificare la percezione dell’utente

Molti utenti si sono opposti a questa tendenza: gli elementi erano ritenuti troppo minimali e troppo semplicistici.

Negli ultimi anni, Flat 2.0 è emerso e continua a diventare sempre più popolare.

Flat 2.0 è diverso in quanto utilizza gradienti, luci e ombre per creare profondità, utilizzando qualsiasi combinazione di colori (anziché solo colori brillanti) e più tinte e valori cromatici.

Usando le ombre attorno a un pulsante o una scheda, l’utente può decidere se un’azione può essere intrapresa.

Il risultato è quello di ottenere siti ancora moderni ma senza sacrificare l’usabilità.

Nel 2019 vedremo più siti Web con elementi a strati, ombre e sfumature per creare un senso di peso e profondità.

Video

I video continueranno a dominare le immagini statiche perché sono avvincenti e catturano immediatamente l’attenzione dell’utente.

L’utente medio trascorre l’88% di tempo in più su un sito Web con video.

Maggiore è il tempo che un utente spende su una pagina Web, maggiore è la possibilità che avvenga una conversione o venga intrapresa un’azione.

La presenza di un video aiuta anche la SEO di un sito poiché il tempo trascorso su una pagina è uno dei parametri che determinano il tuo posizionamento su Google.

Conclusione

Il 2018 è stato un anno eccezionale per i web designer e non vediamo l’ora di vedere cosa porterà il 2019.

Chissà se le nostre previsioni riportate in questo articolo saranno accurate oppure qualcosa cambierà il mondo del web design: torna a trovarci per scoprirlo!